Antartide: Nata una biblioteca per salvare la memoria dei ghiacci!

biblioteca_dei ghiacci
In una grotta sotterranea dell’Antartide, con temperatura media di -52°C e picchi invernali che toccano i -90°C, è nata la prima biblioteca dei ghiacci. L’obiettivo di questo “archivio glaciale” è quello di proteggere tutte le informazioni custodite nei ghiacciai della Terra, che a causa del riscaldamento globale sono sempre più in pericolo.La biblioteca antartica è il nuovo progetto portato avanti dall’Università Grenoble Alpes, dal CNRS, dall’Università Ca’ Foscari Venezia e dal CNR, sotto la guida della Fondazione Università Grenoble Alpes.

Alcune sostanze vengono intrappolate nel ghiaccio fisicamente, come quelle che viaggiano “aggrappate” ai granelli di polvere ma anche pollini e contaminanti. A ogni nevicata si aggiunge uno strato, e attribuendo un’età ai vari strati è possibile datare le carote di ghiaccio estratte e ricostruire una sequenza temporale.

I ghiacciai per l’archivio vengono selezionati in base a due criteri: il primo è che devono essere ricchi di informazioni, in modo che gli scienziati possano datare i campioni grazie a una stratigrafia ben mantenuta dalla superficie fino al fondo. Il secondo è l’urgenza con la quale vanno salvati.

I ghiacciai intrappolano tutto il pulviscolo atmosferico che vi cade sopra, ed è proprio grazie a questa capacità di ‘cattura’ che riescono a raccontarci il passato in grande dettaglio.

Salvare le informazioni imprigionate nel ghiaccio è un po’ come proteggere una grande biblioteca che custodisce dei manoscritti unici. Il progetto è ambizioso, ma soprattutto urgente. Con l’obiettivo di mettere poi a disposizione di tutti gli scienziati il tesoro glaciale accumulato in Antartide. A occuparsene sarà un comitato scientifico, che di volta in volta valuterà le attività di ricerca proposte dagli scienziati.

Il sito scelto per la biblioteca dei ghiacci è all’interno del continente antartico, a 1.500 chilometri dalla costa.

(fonte: http://www.nationalgeographic.it)

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi