Svezia: in costruzione il grattacielo alimentare

Nel 2050 la popolazione mondiale, secondo le ultime statistiche, arriverà a quasi 10 miliardi di persone, e bisogna trovare delle soluzioni per nutrire tutta questa enorme quantità di vite umane. In linea con questo obiettivo, un progetto svedese, prevede la costrizione di un grattacielo-fattoria a Linköping, a 200 km da Stoccolma.

Il progetto, promosso da Plantagon, ha un costo complessivo di 40 milioni di dollari ed è in grado di produrre 550 tonnellate di verdure all’anno. La loro idea parte dal presupposto che per alimentare una città è necessario che essa possegga delle coltivazioni, e l’unico modo per farlo in modo efficiente è con l’indoor farming.

In particolare il nuovo grattacielo in costruzione a Linköping prenderà il nome di The World Food Building, e userà le tecniche di coltivazione idroponica, con piante immerse in soluzione nutrienti invece che nel terriccio. Ciò non toglie che la coltivazione sarà del tutto naturale e seguirà i ritmi imposti da Madre Natura, senza l’utilizzo né di OGM né di soluzioni chimiche.

Il grattacielo, soprannominato plantscraper, dalla fusione delle parole inglesi plant (pianta) e skyscraper (grattacielo), sarà inaugurato nel 2020 e con la sua produzione soddisferà il fabbisogno di 5.500 persone.

Consumerà meno acqua e terra delle normali coltivazioni, riducendo le emissioni di CO2 di 1.100 tonnellate. Inoltre, con l’uso dell’illuminazione a Led sarà anche possibile abbattere i costi energetici.

Questi progetti sono il segno che qualcosa si sta muovendo in direzione di un mondo in cui tutti possono avere da mangiare.

(fonte: https://www.ecosost.it)

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi