“Bici e piedi”: Se pedali o cammini, ti premio!

Un’azienda neozelandese ha decisodi di dare un bonus fino a 10 dollari al giorno per il dipendente che sceglie di pedalare per raggiungere l’ufficio. 

Si chiama “Bici e piedi”, la nuova funzione che permette ai dipendenti di certificare il tragitto casa-lavoro percorso in bicicletta e camminando e ricevere incentivi dalle aziende.

Il nuovo servizio è pensato per chi vive in prossimità dell’ufficio e adesso ha un motivo in più per non prendere l’auto, visto che la stessa azienda lo sprona ad utilizzare mezzi più sostenibili come la bicicletta o i propri piedi.

Scaricando l’app sullo smartphone e registrandosi, i dipendenti delle aziende aderenti troveranno nella sezione “certifica” dell’applicazione mobile due nuove modalità di viaggio, “Bici e piedi”, che potranno attivare quando decidono di andare in ufficio pedalando o camminando. Quindi, si avvia il processo di certificazione e, durante tutto il viaggio, l’app traccerà il percorso grazie al tracking GPS.

Il dipendente alla fine riceverà il proprio report: i km percorsi, il risparmio di CO2 (pari a 130g per km), il risparmio economico per non aver preso l’auto, pari a 0,20 euro per ogni km (costo standard, ricavato da tabelle ACI, che tiene conto del carburante e dell’usura del veicolo). In questo modo, vengono maturati dei punti, le cosiddette “Foglie Oro” che si trasformano in incentivi dati dalle aziende. Questi possono tradursi in sconti per acquistare una bici o accessori per le due ruote,  per gli impianti sciistici o i parchi divertimento, ma anche convenzioni con hotel e ristoranti o, infine, la possibilità di adottare un albero.

L’iniziativa è stata presentata lo scorso 23 marzo a Milano nell’ambito della fiera Fa’ la cosa giusta. L’idea di “Bici e piedi” è la prima in Italia su vasta scala.

Un’iniziativa simile, premiata come innovativa da Legambiente, è stata attivata anche da Mondora srl di Berbenno Valtellina, azienda di sviluppo software.

Il progetto di Mondora si chiama Cycle2Work e ha lo scopo di incentivare l’uso di mezzi alternativi per gli spostamenti casa-lavoro. Anche in questo caso misura la CO2 risparmiata andando al lavoro in bici. Il sistema è costituito da una dashboard, per vedere i propri “rimborsi chilometrici” e stabilire degli obiettivi per i prossimi mesi. Alla dashboard, a cui si accede tramite la registrazione all’app Strava, che registra i movimenti compiuti in bici da una persona.

I viaggi di tutti i colleghi sono resi pubblici, così come l’impatto positivo sull’ambiente prodotto. Al momento Cycle2Work viene utilizzato all’interno di Mondora, ma il servizio viene offerto anche ad altre aziende.

(fonte: http://www.repubblica.it)

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi